PASSEGGIATE AUTUNNALI DON BOSCO

Percorso 1: Colle Don Bosco - Cortazzone

Il percorso numero 1 fa riferimento ai capitoli 3 e 4 del libro “Le passeggiate autunnali di Don Bosco”.

Partenza: Colle Don Bosco
Arrivo: Cortazzone
Lunghezza: 22300 m
Dislivello: 350 m

Partendo dal Colle Don Bosco ci si dirige verso Capriglio con possibile visita alla casa natale di Mamma Margherita.

Si prosegue per Montafia e costeggiando il fiume Triversa si arriva a Roatto sul cui piccolo concentrico domina incontrastato il castello dall’aspetto massiccio e robusto, con la sua torre cilindrica che sporge parzialmente d un edificio minore.

Di qui si arriva a Maretto di cui Don Bosco scrive: “una piccola chiesa, ben custodita e pulitissima, con alcune case che le facevano da corona.”

Risalendo lungo il rio Varuna si arriva a Cortazzone, un bellissimo borgo medievale dove visitare l’antica chiesa di San Secondo, del secolo XII, ben conservata nelle sue forme primitive.

Percorso 2: Cortazzone - Chiusano

il percorso numero 2 fa riferimento ai capitoli 4 e 5 del libro “Le passeggiate autunnali di Don Bosco”.

Partenza: Cortazzone
Arrivo: Chiusano
Lunghezza: 14100 m
Dislivello: 200 m

Partendo da Cortazzone, un bellissimo borgo Medievale dove visitare l’antica chiesa romanica di San Secondo, ci si dirige verso Soglio dove poter ammirare il castello medevale (sec. XIV-XV) nel cui parco si trova un meraviglioso giardino con labirinto e proseguire verso la bellissima chiesa di San Pietro in Vincoli che alla fine di questo secolo fu un santuario, meta di pellegrinaggio e luogo di culto e devozione popolare.

Molto vicino si trova il Castello di Casasco dove Don Bosco si fermava durante le sue passeggiate, così come al castello di Camerano dove si recava a trovare Cesare Balbo e Silvio Pellico (con possibilità di visita).

Di qui si arriva a Cinaglio, paesino all’interno del parco paleontologico dove poter visitare la gipsoteca.

Si conclude quindi a Chiusano.

Percorso 3: Villa San Secondo - Villa San Secondo

Il percorso numero 3 fa riferimento al capitolo 5 del libro “Le passeggiate autunnali di Don Bosco”

Partenza: Villa San Secondo
Arrivo: Villa San Secondo
Lunghezza: 21200 m
Dislivello: 350 m

Partendo da Villa San Secondo si può visitare il paesello molto caro a Don Bosco, sopratutto per la gioiosità dei suoi abitanti che al suo arrivo facevano sempre una gran festa.

Si prosegue verso Cossombrato di cui Don Bosco scrive: “In alto il castello, che torreggiava coi suoi merli, e si’innalzava con le sue formidabili mura...” per poi scendere a Callianetto, paese che da’ i natali a Gianduja, maschera tipica Piemontese e simpatico personaggio per l’animazione dei ragazzi.

Si risale verso Frinco, paese di origini germaniche per poi dirigersi a Corsione, paese di cui Don Bosco ricorda la piacevole gita con un proverbio.

L’itinerario si conclude a ville San Secondo.

Percorso 4: Montechiaro d’Asti - Colle Don Bosco

Il percorso numero 4 fa riferimento al capitolo 5 del libro “Le passeggiate autunnali di Don Bosco”

Partenza: Montechiaro d’Asti
Arrivo: Colle Don Bosco
Lunghezza: 13700 m
Dislivello: 300 m

Partendo dalla stazione FS di Montechiaro si sale verso frazione Sant’Andrea per arrivare alla Cascina Pellerina (casa natia di Bergoglio Francesco, nonno del Papa). Ritornando verso il paese di Montechiaro, di cui Don Bosco ricorda la festosa curiosità con cui è stato accolto, ci si dirige verso Cortanze, dove si può ammirare il castello dei Roero. Già nominato in documenti della metà del secolo XII, si presenta ancora oggi con l’aspetto conferitogli dalla ricostruzione del trecento.

Si prosegue verso Piea, nel cui castello Don Bosco veniva ospitato lungo il suo cammino, per poi attraversare Vallunga e dirigersi a Viale di cui si dice: “Viale si snoda lungo una strada sinuosa che sale, sale, e si allarga nella piazza del paese dove c’è una scalinata che conduce al castello. Poi scende: tutto il resto è poesia, memoria, ricordi, emozioni, suggestione di dettagli e particolari.

Di qui ci si dirige a Bagnasco per poi risalire verso Capriglio, dove si può visitare la casa natìa di Mamma Margherita per poi ultimare il cammino al Colle Don Bosco.

Percorso 5: Colle Don Bosco - Camerano Casasco

Il percorso numero 5 non fa riferimento specifico al libro “Le passeggiate autunnali di Don Bosco”.Ma risulta essere il percorso più breve che Don Bosco percorreva quando andava a trovare Silvio Pellico e Cesare Balbo a Camerano Casasco.

Partenza: Colle Don Bosco
Arrivo: Camerano Casasco
Lunghezza: 15000 m
Dislivello: 200 m

artendo da Colle Don Bosco ci si dirige verso Capriglio con possibile visita alla casa natale di Mamma Margherita.

Si prosegue verso Bagnasco, per poi ridiscendere verso Cortazzone e passando per Vadonia, dove si può ammirare un’antica fonte, risalire a Soglio e dirigersi prima verso il castello di Casasco, passando per la chiesa romanica di San Pietro in Vincoli e ultimare il percorso a Camerano Casasco, nel cui castello Don Bosco incontrava Silvio Pellico e Cesare Balbo. Interessanti da visitare il forno comunale e la chiesa parrocchiale di San Lorenzo.